News

Cosa succede in CMP Consulting

06/08/2020 11:00:00

   Le aziende, indifferentemente dal campo in cui operano e dalla loro grandezza, hanno in comune l'avere, ad intervalli di tempo più o meno regolari, la necessità di trovare nuovi collaboratori da inserire nel proprio organico.

   Talvolta, per sopperire a questo bisogno in tempi brevi, le imprese preferiscono attivare processi di recruiting che risultano, almeno sulla carta, veloci ed immediati, capaci, cioè, di identificare il giusto candidato per la posizione in quel momento scoperta attraverso un vaglio dei curricula e celeri colloqui, spesso anche telefonici.

   Questa scelta, in molti casi, non si rivela essere vincente in quanto, durante la valutazione, non vengono presi in considerazione numerosi aspetti legati alla sfera delle competenze trasversali della Persona, che pertanto non riuscirà a garantire il rendimento che ci si prospettava causando una perdita in termini non soltanto operativi ma anche economici.

   Un'inchiesta della rivista finanziaria online Business Insider ha infatti messo in evidenza come la scelta di un candidato non idoneo possa arrivare a gravare sul bilancio aziendale per oltre 30 mila euro per un profilo di middle management, contando il training, sei mesi di stipendio e soprattutto il potenziale business che si è perso.

   La soluzione per evitare di incorrere in questo rischio è non limitarsi ad attivare un processo di recruiting e iniziare un vero e proprio percorso di Inserimento del Personale con il supporto di Professionisti della Selezione Azienda Centrata e del People Management che, operando dopo aver analizzato a fondo la realtà e il vissuto dell'impresa, saranno capaci di identificare la figura che più si adatta al ruolo dal punto di vista sia tecnico che umano.

   Approfondire la conoscenza del candidato, far emergere i tratti salienti della sua personalità, verificare la sua compatibilità con il contesto aziendale ed esaminare la sua capacità di immaginare se stesso e il suo incarico nel futuro è, infatti, tanto importante quanto apprezzare il suo patrimonio conoscitivo e il suo background professionale, in quanto aiutano a delineare quella che potrà essere la sua integrazione nel DNA dell'impresa.

30/07/2020 16:00:00

   Adottare uno Smart Working di valore permette di trasformare l'Azienda da "posto di lavoro" a "luogo di senso" per le persone, assicurando una piena sostenibilità economica e sociale in regime di competitività. La sfida è culturale e, per molte organizzazioni, strategica.
   Lo Smart Working Management applicato con un approccio innovativo e specifico per le peculiarità della singola realtà aziendale e delle Persone coinvolte, si assicura la fiducia dei collaboratori ed il loro miglior contributo lavorativo e professionale.
   Come attivarlo nell’immediato?
   Attraverso formazione, addestramento, gestione efficace dei team e potenziamento delle loro competenze; ancora, con l'efficientamento degli spazi, delle infrastrutture, degli strumenti e degli obiettivi.

23/07/2020 10:20:00

   La leadership è cambiata, le aziende hanno bisogno di potere contare su figure di riferimento solide, competenti e relazionalmente abili.
   Un leader moderno si interroga sul proprio ruolo, determinante per lo sviluppo e la crescita dei collaboratori e di una cultura aziendale forte e ad alto valore aggiunto.
   Oggi le organizzazioni hanno successo quando i personaggi chiave garantiscono valore e supporto ai collaboratori.

16/07/2020 11:15:00

   Collaboratori ingaggiati, dotati di solide competenze tecniche e specifiche abilità personali, costituiscono un primario vantaggio competitivo aziendale.
   Il patrimonio conoscitivo dei membri della propria squadra va sostenuto e alimentato, cosi come i loro aspetti di personalità vanno attentamente considerati per valutare la corrispondenza che esiste tra la mission dell'impresa e i valori della popolazione aziendale.
   In più, l'indagine personologica sui collaboratori è uno strumento di sviluppo delle persone, della loro carriera e per il potenziamento delle prestazioni.
   People-up è il nostro programma per realizzare questo importante obiettivo di business.

10/07/2020 11:01:00

   Poter contare su dei collaboratori intraprendenti e volti all'innovazione organizzativa è fondamentale affinchè le aziende possano far fronte in maniera agile e dinamica alle sfide poste dalla continua evoluzione del mercato.
   In un periodo di transizione e cambiamento come quello attuale, un collaboratore che vuole fare la differenza e muoversi con rinnovata motivazione all'interno del contesto aziendale deve essere dotato di flessibilità e, attraverso un confronto basato sull'ascolto con manager e colleghi, essere capace di sviluppare un proprio senso di responsabilità nei confronti di quelli che sono gli obiettivi comuni espressi dalla mission & vision dell'impresa.
   Attraverso una corretta gestione e valorizzazione dei collaboratori, il capitale umano dell'Azienda, si possono generare opportunità di form-azione, nuove competenze per una crescita professionale continua.

02/07/2020 11:00:00

   Oggi le aziende si trovano ad affrontare importanti trasformazioni che richiedono un'azione agile e pronta.
   Un imprenditore votato all'innovazione propria e della sua azienda, in questo scenario di incertezza, probabilmente si confronta con alcuni interrogativi: il mio target di riferimento è sempre lo stesso o è cambiato? Se è cambiato, in che modo?”
   Soluzioni strategiche, di direzione d'impresa e operative possono rispondere alle esigenze di innovazione di prodotto, di processi e organizzativa.

21/05/2020 11:58:00

   Con questo video siamo lieti di presentare i risultati della survey proposta nelle scorse settimane avente l’obiettivo di cogliere il sentiment di Imprenditori e Manager su una questione oggi più che mai attuale: lo Smart Working da strumento di necessità, si trasformerà in una pratica di valore integrata nel quotidiano svolgimento dell’attività lavorativa?
   Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno risposto al nostro invito prendendo parte al sondaggio, dandoci la possibilità di generare un confronto su ampia scala su un possibile scenario che vedrà protagoniste le aziende del nostro tessuto imprenditoriale italiano.
   Buona Visione!

30/04/2020 10:56:00

   Il quotidiano Lettera43 propone una veloce ed efficace analisi su quanto sia fondamentale per i leader di oggi creare un rapporto profondo con i propri dipendenti. Un legame valorizzato dall’esaltazione dell’empatia e dalla comunicazione condivisa con i propri collaboratori non solo delle scelte operative, ma anche della storia, dei valori, delle difficoltà affrontate e degli obiettivi dell’impresa; un capitale narrativo, custodito dentro un’organizzazione, che può emergere efficacemente attraverso lo strumento dello storytelling aziendale.
   Per poter far ciò, è essenziale che il leader agisca con lungimiranza, guardando sì alla sostenibilità economica ma anche alla “sostenibilità in senso lato”, prendendo coscienza delle tematiche di rilevanza nazionale e internazionale che possono lasciare traccia di sé nella storia, nell’organizzazione e nell’operatività dell’azienda.
   Alla luce del momento storico che stiamo vivendo è interessante rileggere questo argomento accostandolo all’esperienza delle imprese, che hanno visto i loro uomini modificare prassi, modus operandi e strutture organizzative, e che dovranno annoverare questa esperienza come parte della loro storia.
   Diteci la vostra!

Scopri
09/04/2020 10:54:00

   Il Corriere della Sera ci offre questa stimolante riflessione su uno scenario consueto delle Family Business, laddove la leadership passa dal capostipite a un gruppo di fratelli o sorelle.
   Il legame fra fratelli è soggetto ad alti e bassi e nelle Aziende familiari, oltre alla dimensione affettiva, si instaurano ulteriori vincoli lavorativi e proprietari, che se non vengono gestiti in maniera ottimale, possono avere diverse ricadute, dall’instaurarsi di abitudini operative caratterizzate da attriti, se non da veri e propri conflitti, a momenti di stallo dell’azienda, o, addirittura, nel 20% dei casi, ad un fallimento di quest’ultima.
   Le frizioni familiari nel contesto imprenditoriale nascono spesso a causa della differenza di vedute riguardo al futuro dell’impresa, di interessi personali diversi e incompatibili tra loro e spesso, della mancanza di fiducia reciproca e, in molti casi, di un ancestrale senso di competizione.
   Si tratta di un tema delicato e complesso che coinvolge molte PMI del nostro tessuto imprenditoriale e come tale va gestito attivamente per rendere la familiarità un valore. L’esperienza e il nostro modus operandi ci vedono protagonisti di soluzioni organizzative personalizzate al tema del conflict management.

Scopri
19/03/2020 09:15:00

   Il Sole 24 Ore riporta i risultati di “People Unboxed”, un’indagine svolta da ADP in Europa sui fattori che procurano malcontento nei dipendenti di un’organizzazione. Secondo lo studio, oltre un terzo dei lavoratori non è soddisfatto del modo in cui è gestito, afferma di sentirsi un numero e lamenta che la leadership del “capo” non riesce ad aiutarli a mettere a frutto il proprio potenziale.
   Dai dati raccolti emerge, inoltre, una carenza diffusa nell’organizzazione di momenti formativi dedicati al benessere fisico e psicologico degli impiegati. Accertato che un’azienda prospera quando i suoi dipendenti mostrano livelli di soddisfazione e di impegno costanti, è interessante considerare l’apporto del management consulting in tema di guida motivazionale dei collaboratori.
   I professional in People Management possono fornire supporto all’azienda su strategie di gestione, sviluppo del potenziale, training e leadership management, sempre più determinanti nell’ottimizzare il comportamento organizzativo delle persone.
   Conoscere i propri impiegati e offrire loro la possibilità di contribuire alla vita aziendale con le loro idee, scatena un meccanismo di rinnovata fiducia che porta all’avanzamento della produttività e alla creazione di un ambiente più sereno.

Scopri
27/02/2020 12:15:00

   In questo articolo del Sole 24 Ore viene evidenziato un aspetto poco noto del processo di digitalizzazione in atto nelle aziende, ovvero l'impatto che questo mutamento ha sulle dinamiche organizzative e sulla comunicazione interna in particolare.
   L'introduzione di nuove tecnologie ha come risultato un aumento della velocità di circolazione delle informazioni; una nuova modalità di lavoro che ha effetti significativi sugli assetti organizzativi dell’impresa. Di conseguenza, gruppi di lavoro e singoli impiegati che fino a poco tempo fa avevano modalità di lavoro standard, abituali, oggi si ritrovano a dover riformare le proprie prassi professionali, adattandole alle nuove esigenze dell'azienda.
   In termini di comunicazione interna, tutto questo porta ad una maggiore complessità del processo di trasmissione delle informazioni interne che, ormai, sono sempre meno “avvisi e annunci” riguardanti aspetti aziendali, e sempre più veicoli di conoscenze e contenuti legati al business.
   Alle imprese, pertanto, non resta che rendere i propri collaboratori protagonisti dello scambio informativo interno, rafforzando così il rapporto di fiducia reciproco, attraverso la condivisione di informazioni sempre più centrali per il business aziendale.

Scopri
06/02/2020 11:00:00

   Il Sole 24 Ore ci propone un'analisi sulla delicata questione del passaggio generazionale nelle imprese familiari svolta dall'Osservatorio Aub in collaborazione con Aidaf (Associazione italiana delle aziende familiari), Unicredit e Bocconi.
   Secondo quanto emerso dallo studio, in Italia circa il 70% delle pmi è a conduzione familiare, molte delle quali con a capo un leader di età superiore ai 70 anni. Di conseguenza, la maggioranza di queste aziende si troverà a dover affrontare un passaggio generazionale entro i prossimi 5 anni.
   Il processo di transizione da genitori a figli alla guida dell'impresa non è, però, semplice e lineare, anzi, molto spesso si rivela fallimentare. Le cause di questo mancato successo sono spesso legate ad una gestione poco efficace della comunicazione e delle regolamentazioni aziendali, nonchè alle differenze di vedute fra i diversi membri della famiglia.
   Per far sì che la successione ai vertici dell'azienda diventi un passaggio funzionale, è fondamentale pianificare nel dettaglio tale processo, emotivo prima che organizzativo, e avvalersi della collaborazione di professionisti competenti nel campo dell'evoluzione organizzativa, della guida delle persone e del Business Development.
Buona Lettura.

Scopri
30/01/2020 12:15:00

   Abbiamo il piacere di condividere che abbiamo iniziato a studiare un nuovo progetto di evoluzione organizzativa a supporto della competitività di un affermato centro medico di nutrizione di Lugano.
   Dopo un primo momento di ascolto, la determinazione e il metodo innovativo di approccio al cliente utilizzato dall'imprenditore ci sono subito sembrati estremamente interessanti e ci hanno convinti a cogliere questa sfida, che ci vedrebbe impegnati in uno scenario che si distacca da quello che è il nostro target di riferimento primario, le pmi, per accompagnare e supportare un centro medico specialistico in un processo multifase con l'obiettivo primario di una trasformazione in MBR, ovvero in un Modello di Business Replicabile.
   La strategia di azione che stiamo preparando e che proporremo a questo nuovo cliente, vede protagonisti i nostri professional, gli strumenti di pianificazione e di direzione necessari e la nostra esperienza nel campo della ricerca e della selezione di personale "Azienda centrato", con l'intento di trasformare la realtà organizzativa e il suo Rappresentante, da titolare di un centro medico a imprenditore con un mind set dinamico ed in possesso di un modello di Business Replicabile sul mercato, nell'arco di 12 mesi.
Presto nuovi aggiornamenti!

16/01/2020 10:30:00

   Al centro di questo interessante articolo pubblicato da Forbes Italia, c'è un appunto alla concezione, oggigiorno imperante, che i lavoratori siano una risorsa per la loro azienda, ovvero un mezzo in grado di generare un guadagno grazie all'impiego delle proprie capacità.
   Ripercorrendo le tappe storiche ed evolutive dei concetti di forza lavoro e di organizzazione aziendale, si arriva, tramite anche l'ausilio di alcuni concetti di psicologia, a dimostrare come questa visione sia molto limitante ed antiquata per il nostro secolo, e viene spiegato come il leader di un'azienda di successo debba iniziare a considerare i propri collaboratori come "investitori di passione ed energia" per stimolare il loro potenziale e creare un ambiente lavorativo positivo ed efficace.
Buona lettura.

Scopri

Come operiamo

Contattaci